Seminari e Convegni

Lo Studio Legale Mascia svolge a favore delle pubbliche amministrazioni, Seminari e corsi di aggiornamento e formazione in materia di appalti pubblici di lavori, servizi, forniture e concessioni.

Il percorso formativo si propone di approfondire i contenuti del nuovo Codice appalti e concessioni (D.Lgs. 50/2016), e della Legge Regionale sarda del 13 Marzo 2018 n. 8 recante “Nuove norme in materia di contratti pubblici di lavori, servizi e forniture” esaminando, in particolare, la struttura dei sistemi di affidamento e delle procedure di aggiudicazione, nonchè il corretto iter da seguire, dalla preparazione degli atti di gara alla stipula del contratto, con profili relativi all’esecuzione e alla modifica dei contratti.

L’attività formativa garantisce, non solo il necessario aggiornamento sui profili di novità normative e giurisprudenziali, ma anche un inquadramento sistematico e un approfondimento dei diversi istituti, indispensabile per la soluzione dei problemi interpretativi ed applicativi.

L’obbiettivo è quello di formare il funzionario pubblico al fine di consentirgli di operare con dimestichezza, serenità e competenza nell’ambito del complesso e intricato mondo degli appalti pubblici.

Gli incontri sono organizzati in house, presso la sede dell’amministrazione, oppure telematicamente tramite apposita piattaforma, e hanno un taglio rigorosamente pratico/operativo con ampio spazio al dibattito ed alle domande dei partecipanti in aula.


Eventi in Programmazione


Si elencano, di seguito, gli ultimi eventi svolti con i relativi argomenti trattati.

  • Sportello Appalti Imprese – 24.04.2020

Gli appalti dopo il decreto Cura Italia: focus sugli affidamenti diretti

Relatore

Avv. Francesco Mascia, esperto di contrattualistica pubblica

Programma

Il Decreto Cura Italia

Misure straordinarie per l’acquisizione di alcuni beni e servizi; Deroghe per l’accertamento dei requisiti e alla stipula del contratto; Nuove regole per gli acquisti informativi; Proroga dei termini per la conclusione dei contratti di attestazione SOA; Possibile differimento dei termini di sospensione dei procedimenti amministrativi; Gli affidamenti diretti di lavori e forniture sotto 40.000 euro; I nuovi affidamenti di lavori fino a 5.350.000 euro per gli appalti pubblici, 139.000 euro per gli appalti pubblici di forniture e di servizi aggiudicati dalle autorità governative centrali e per i concorsi di progettazione organizzati da tali autorità; 214.000 euro per gli appalti pubblici di forniture e di servizi aggiudicati da amministrazioni aggiudicatrici sub-centrali; Gli obblighi di utilizzo degli strumenti elettronici nelle procedure di gara; L’adesione alle convenzioni CONSIP E IL MEPA; Gli affidamenti sotto soglia comunitaria; Le soglie di cui agli artt. 35 e 36 del Codice dopo il D.L. 32/19; L’utilizzazione della procedura negoziata senza previa indizione di gara; Lo svolgimento delle indagini di mercato o la consultazione di elenchi di operatori economici da invitare al confronto competitivo; Le modalità di costituzione dell’elenco dei fornitori; I requisiti oggettivi e soggettivi. I criteri di scelta dei soggetti da invitare a presentare offerta; Il confronto competitivo tra gli operatori economici; L’opportunità di disciplinare con regolamento interno le modalità di conduzione dell’indagine di mercato.

 

Il Decreto Sblocca cantieri – Decreto Legge 18 aprile 2019, n. 32 recante “Disposizioni urgenti per il rilancio del settore dei contratti pubblici, per l’accelerazione degli interventi infrastrutturali, di rigenerazione urbana e di ricostruzione a seguito di eventi sismici”.

Relatore

Francesco Mascia, Avvocato in Cagliari, esperto in diritto degli appalti pubblici, svolge attività di assistenza e consulenza alle pubbliche amministrazioni e alle imprese. E’ docente in master, corsi di formazione, seminari ed è autore di pubblicazioni in materia

PROGRAMMA

Le modifiche introdotte agli appalti sotto soglia comunitaria ex art. 36 del Codice, La semplificazione nella verifica dei requisiti, Le integrazioni introdotte all’art. 80 del Codice inerenti i requisiti di partecipazione di ordine generale, Il nuovo criterio di aggiudicazione preferenziale ai sensi dell’art. 95 del Codice, La semplificazione delle attività di progettazione ed il pagamento diretto dei progettisti, La soppressione del rito super-speciale nel Codice del processo amministrativo, Il subappalto: la nuova percentuale subappaltabile, l’eliminazione della terna dei subappaltatori ed i casi previsti per il pagamento diretto al subappaltatore, I requisiti e le modalità di partecipazione dei Consorzi, La commissioni di gara: entrata in vigore dell’Albo dei commissari Anac e modalità di nomina, La valutazione dell’anomalia dell’offerta: le procedure di calcolo della soglia ai sensi dell’art. 97 del Codic; Gli incentivi alla progettazione ex art. 113 del Codice; Le procedure di affidamento in caso di crisi di impresa

  • AO Brotzu: 04 febbraio 2019 – 05 febbraio 2019 – 06 febbraio 2019 – 04 marzo 2019 – 05 marzo 2019 – 06 marzo 2019

Relatore

Avv. Francesco Mascia

Programma:

Normativa e compiti della figura del RUP; la gara e i suoi soggetti; il RUP e la stazione appaltante; il RUP e il DL/ DEC; le fonti normative: il codice dei contratti pubblici e le linee guida ANAC; i compiti del RUP e le fasi del procedimento; l’indizione della procedura e le relative scelte; i criteri di aggiudicazione; esame e valutazione delle offerte; l’aggiudicazione e l’autotutela amministrativa; il ruolo del RUP in fase esecutiva; i rapporti con l’appaltatore; recesso dal contratto; sospensione dell’esecuzione; modifiche al contratto; Normativa e compiti della figura del DL/DEC; Il DEC nel Decreto Ministeriale n. 49/2018 esame della normativa compiti operativi; L’esecuzione del contratto:  controlli della corretta esecuzione degli appalti; le verifiche sull’avanzamento dei lavori e i collaudi; Le verifiche di conformità dell’esecuzione; Normativa e compiti della figura del DL/DEC il controllo amministrativo contabile; la rilevazione di inadempimenti: applicazione delle penali e procedure di risoluzione; le modifiche al contratto. Contratti sotto soglia. Scelta e fasi delle procedure di affidamento, gli affidamenti diretti il principio di rotazione per il gestore uscente. criteri di aggiudicazione; ammissione e motivi di esclusione dei concorrenti il DGUE; Offerte anormalmente basse; Gli strumenti telematici di acquisto e negoziazione; procedure di acquisto sul MePA; obbligo e facoltà del ricorso al Mepa; Le regole del sistema di e-procurement; disciplinare gara sul MePa; trattativa diretta e determina affidamento diretto

  • ANCI Sardegna: Sestu, 4 marzo 2019 – Sassari, 7 marzo 2019

I Servizi di Ingegneria e Architettura con esame e commento delle Linee Guida Anac n. 1 e l’analisi pratica – operativa del Bando tipo Anac n. 3.

  Relatore: Francesco Mascia, Avvocato in Cagliari, esperto in diritto degli appalti pubblici, svolge attività di assistenza e consulenza alle pubbliche amministrazioni e alle imprese. E’ docente in master, corsi di formazione, seminari ed è autore di pubblicazioni in materia

Programma

Le Line guida Anac n. 1: inquadramento sistematico; La determinazione del corrispettivo a base di gara e del valore stimato dell’appalto; Gli affidamenti di incarichi di importo inferiore a € 40.000,00; Gli affidamenti sotto soglia di importo inferiore a € 100.000,00; Gli affidamenti di importo superiore a € 100.000,00 e inferiore alla soglia comunitaria; Gli affidamenti sopra soglia comunitaria; I requisiti di partecipazione; L’applicazione del Bando tipo n.3 (Disciplinare di gara) ; I soggetti ammessi e le condizioni di partecipazione; I requisiti di partecipazione e le indicazioni per raggruppamenti e consorzi: il coordinamento con le Linee Guida Anac n. 1; Il subappalto e l’avvalimento; Il soccorso istruttorio; Il Documento di Gara Unico Europeo; L’anomalia; Aggiudicazione dell’appalto e stipula del contratto

  • ANCI Sardegna –  11 dicembre 2018 Decimomannu

L’affidamento dei servizi legali secondo le Linee Guida ANAC n. 12 approvate dal Consiglio dell’Autorità con delibera n. 907 del 24 ottobre 2018. Gli affidamenti diretti ex art. 36 comma 2 lett. a) del D.Lgs. 50/2016 secondo gli ultimi orientamenti giurisprudenziali

Relatore:

Avv. Francesco Mascia

PROGRAMMA

La disciplina prevista dal D.Lgs 50/2016; Le Linee Guida n. 12: principi generali e inquadramento sistematico; Le tipologie di contratti; I servizi legali ex art. 17 comma 1 lett. d) del Codice; I servizi legali ex Allegato IX del Codice; La costituzione dell’albo dei professionisti; L’affidamento diretto; La modalità e i presupposti per la scelta del professionista La risoluzione di casi di conflitto di interesse; La procedura di affidamento diretto ex art. 36 comma 2 lett. a) del D.Lgs. 50/2016 secondo gli ultimi arresti giurisprudenziali;  La motivazione: focus sulla sentenza del Tar Molise, Campobasso, sez. I 14 settembre 2018, n. 533

  • ANCI Sardegna: 22 novembre 2018 Ozieri, Unione dei Comuni Logudoro – 14 dicembre 2018 Decimomannu

I servizi sociali alla luce del Codice del Terzo Settore

Relatore

Avv.to Francesco Mascia, esperto in diritto degli appalti pubblici, svolge attività di assistenza e consulenza alle pubbliche amministrazioni e alle imprese. E’ docente in master, corsi di formazione, seminari ed è autore di pubblicazioni in materia.

PROGRAMMA

Il contesto normativo di riferimento; Il rapporto tra il Codice dei contratti (D.Lgs. 50/2016) ed il Codice del Terzo Settore (D.Lgs. 117/2017); Le procedure escluse dall’applicazione del D.Lgs. 50/2016; La disciplina sopra soglia; Il regime “alleggerito” di cui al Titolo VI del D.Lgs n. 50/2016; La disciplina sotto soglia; I requisiti di partecipazione ed il rapporto con i criteri di valutazione; I provvedimenti dell’ANAC nel settore dei servizi sociali; L’affidamento dei servizi sociali in concessione; Le procedure di gara riservate, ai sensi dell’art. 143 del Codice

  • Promo PA Fondazione –  Cagliari, 18 luglio 2018 | Caesar’s Hotel

GLI AFFIDAMENTI DIRETTI DELLA PA DOPO LE NUOVE LINEE GUIDA ANAC N. 4 E LA LEGGE REGIONALE SARDA 8/2018

Relatore

Francesco Mascia, Avvocato, Esperto di Contrattualistica Pubblica

Programma

Gli affidamenti diretti di lavori e forniture sotto 40.000 euro nel nuovo Codice dei contratti dopo il Decreto correttivo (D.Lgs. 56/17); L’aggiornamento delle Linee guida ANAC n. 4 (Delibera 2016/2018); L’avvio della procedura. L’eliminazione della determinazione a contrattare; L’obbligatorietà della puntuale motivazione della scelta del contraente; I criteri di selezione: l’idoneità professionale, la capacità economica e finanziaria, le capacità tecniche e professionali; Il divieto di frazionamento artificioso sul valore dell’appalto (Linee guida n. 4); L’obbligo di adesione alle convenzioni CONSIP e agli acquisti sul MEPA o sulle altre piattaforme elettroniche. La deroga per gli acquisti inferiori a 1.000 euro; La procedura di adesione alle convenzioni CONSIP; Gli acquisti attraverso il MEPA; L’offerta diretta di acquisto (ODA) e la richiesta di offerta (RDO); La trattativa diretta con un unico operatore economico; Le residue possibilità di affidamento diretto senza utilizzo delle convenzioni CONSIP e del MEPA; Gli affidamenti in caso di consegne complementari; L’acquisto da un fornitore che cessa l’attività commerciale; La ripetizione di lavori o servizi analoghi; I casi di concorrenza assente per motivi tecnici o per la tutela di diritti esclusivi; Gli affidamenti diretti d’urgenza di lavori; Gli affidamenti ad enti del terzo settore e a cooperative sociali di tipo B; L’affidamento nel caso di servizi infungibili. Le Linee guida ANAC n. 8; L’affidamento diretto dei servizi di ingegneria e architettura di importo inferiore a 20.000 euro (Legge RAS 8/2018); L’affidamento diretto dei lavori di importo inferiore a 40.000 euro: la preferenza per gli operatori virtuosi o per le micro imprese (Legge RAS 8/2018); L’attività di controllo da parte dell’ANAC; L’aumento delle verifiche sugli affidamenti effettuati senza gara. I poteri ispettivi; Il regolamento sull’esercizio del potere sanzionatorio; L’introduzione della vigilanza collaborativa; La responsabilità erariale per danno diretto ed indiretto. Le conseguenze risarcitorie e le sanzioni alternative.

  • ANCI Sardegna: Assemini – 24 maggio 2018; Santa Giusta – 31 maggio 2018; Macomer – 5 giugno 2018, Olbia – 19 giugno 2018

Le novità in materia di contratti pubblici di lavori, servizi e forniture introdotte dalla Legge Regionale della Regione Autonoma della Sardegna del 13.03.2018 n. 8.

Relatori:

Avv.to Francesco Mascia, esperto in diritto degli appalti pubblici, svolge attività di assistenza e consulenza alle pubbliche amministrazioni e alle imprese. E’ docente in master, corsi di formazione, seminari ed è autore di pubblicazioni in materia

Dott. Paolo Turco, è stato Presidente T.A.R. Sardegna, Presidente T.A.R. Valle D’Aosta, Presidente di sezione del Consiglio di Stato. E’ docente in corsi di formazione e attività di tutoring.

PROGRAMMA

La Legge regionale n. 8 del 13.03.2018: struttura e ambito di applicazione; Il Responsabile del progetto: disciplina, struttura e competenze; La Centrale regionale di committenza e la qualificazione delle stazioni appaltanti; Il sopralluogo ed il soccorso istruttorio: differenze con la disciplina nazionale; Gli elenchi unici regionali di operatori economici; Gli interventi di volontariato nei lavori pubblici; Gli affidamenti diretti e le misure promozionali; Gli acquisti verdi e la clausola sociale; I servizi di ingegneria e architettura e le misure di promozione dei giovani professionisti; La Commissione di gara: l’Albo regionale dei commissari di gara; Subappalto: pagamento dei subappaltatori e dei sub affidatari

  • ANCI Sardegna: Decimomannu  20 marzo 2018 –  Sassari – 22 marzo 2018

Le recenti novità in materia di appalti pubblici: Il Bando Tipo Anac n. 1/2017 e l’affidamento diretto di importo inferiore ai 40.000 euro

Relatore:

Francesco Mascia, Avvocato in Cagliari, esperto in diritto degli appalti pubblici, svolge attività di assistenza e consulenza alle pubbliche amministrazioni e alle imprese. E’ docente in master, corsi di formazione, seminari ed è autore di pubblicazioni in materia.

PROGRAMMA

L’obbligo di utilizzo del Bando Tipo ai sensi dell’art. 71 D.Lgs. 50/2016 e le conseguenze in caso di violazione delle sue disposizioni; L’analisi delle singole clausole del Bando Tipo; Interpretazione e applicazione operativa delle clausole del Bando – Tipo; La deroga alle clausole del Bando tipo e la relativa motivazione; Gli affidamenti diretti di lavori servizi e forniture ai sensi dell’art. 36 comma 2 lett. a) D.Lgs. 50/2016); Le Linee guida ANAC 4/2016 aggiornate al Decreto correttivo (D.Lgs. 56/2017); Il parere consultivo del Consiglio di Stato n. 361 del 12.02.2018 sulle nuove Linee Guida n. 4/2016;L’avvio della procedura; I requisiti di partecipazione: l’idoneità professionale, la capacità economica e finanziaria, le capacità  tecniche e professionali; La scelta del contraente e l’obbligo della puntuale motivazione; L’applicazione del principio di rotazione; Il regolamento interno per gli affidamenti diretti

  • Promo Pa Fondazione – Cagliari, Caesar’s Hotel, 26 marzo 2018

RUOLO, ADEMPIMENTI E RESPONSABILITÀ DEL RUP DOPO L’AGGIORNAMENTO

DELLE LINEE GUIDA ANAC N.3 E LA NUOVA DISCIPLINA ANTIMAFIA (L. 161/17)

Relatore

Francesco MASCIA Avvocato, Esperto di Contratti Pubblici

Programma

Il ruolo e le funzioni del RUP nel Codice dei Contratti e nelle nuove Linee guida ANAC n. 3. Il procedimento di individua-zione e nomina del RUP. I requisiti soggettivi ed oggettivi. Le possibili incompatibilità.I casi di coincidenza del RUP con le figure del progettista, del direttore dei lavori o del direttore dell’esecuzione.Le relazioni fra RUP e responsabile del procedimento ai sensi della Legge 241/90.Il ruolo del RUP nella programmazione e progettazione dei lavori. Il progetto preliminare, definitivo ed esecutivo. La pubblicizzazione della progettazione. L’affidamento all’esterno della progettazione. Il regime degli incentivi.L’affidamento dell’appalto. I compiti del RUP in fase di gara. Il ruolo del RUP nell’attività di soccorso istruttorio.Le procedure di affidamento. Le relazioni tra il RUP e la commissione di gara.L’aggiudicazione provvisoria e definitiva. Gli adempimenti in materia di trasparenza e pubblicità. Le relazioni con l’ANAC.La vigilanza sulla corretta esecuzione dell’appalto. I poteri di coordinamento e di intervento del RUP. I procedimenti di nomina del direttore lavori e del direttore dell’esecuzione. Le Linee guida ANAC. La nomina di soggetti esterni.La sospensione, le varianti e i subappalti. L’obbligo di comunicazione, la vigilanza e i poteri sanzionatori dell’ANAC.La conclusione dell’appalto. La fase di collaudo. Le possibilità di nomina del collaudatore esterno. Le verifiche di conformità e la fase di gestione delle riserve. Le procedure di contestazione. Le procedure conciliative.La relazione finale del RUP e quella del direttore dei lavori.La verifica della conformità dei servizi o dei beni al disciplinare di gara.

  • ANCI Sardegna: 5 febbraio 2019 Monastir – 7 febbraio 2019 Ozieri – Unione Comuni “Logudoro”

Le nuove soglie di importo per l’affidamento diretto e per le procedure negoziate introdotte dalla Legge di bilancio 2019 (Legge 30 dicembre 2018, n.145). I requisiti di ordine generale ex art. 80 D.Lgs. 50/2016 introdotti dal “Decreto Semplificazioni” (D.L. 14 dicembre 2018, n. 135). La modifiche alla Legge della Regione Sardegna 13 marzo 2018, n. 8 (Nuove norme in materia di contratti pubblici di lavori, servizi e forniture) apportate dalla legge della Regione Sardegna n. 41 del 05/11/2018

Relatore

Avv.to Francesco Mascia, esperto in diritto degli appalti pubblici, svolge attività di assistenza e consulenza alle pubbliche amministrazioni e alle imprese. E’ docente in master, corsi di formazione, seminari ed è autore di pubblicazioni in materia.

PROGRAMMA

La disciplina prevista dall’art. 36 delD.Lgs 50/2016; La nuova soglia di importo per l’affidamento diretto di lavori pubblici; L’obbligo di consultazione di tre operatori economici in caso di affidamento diretto di lavori pubblici; La nuova soglia e la riduzione degli operatori economici da invitare nelle procedure negoziate per l’affidamento di lavori pubblici; I requisiti di ordine generale ex art. 80 del D.Lgs. 50/2016: il grave illecito professionale; Le lett. c) c-bis) c-ter) dell’art. 80 comma 5 D.Lgs. 50/2016 introdotte dal D.L. 135/2018; Le modifiche alla Legge Regionale 8/2018 apportate dalla Legge Regionale 41/2018: utilizzo delle economie; scelta degli operatori economici per l’affidamento dei servizi di ingegneria e architettura; affidamento diretto agli operatori economici virtuosi e alla micro imprese; disciplina degli operatori economici virtuosi; inventivi per le funzioni tecniche; soccorso istruttorio; L’impugnazione della Legge Regionale 41/2018 nanti la Corte Costituzionale

  • Promo Pa Fondazione – 31.01.2018

Le novità del Codice degli appalti in materia di lavori pubblici alla luce del Regolamento e delle linee guida Anac più recenti

Relatore:

Francesco MASCIA Avvocato, Esperto di Contratti Pubblici

Programma 

Cenni sui Criteri Ambientali Minimi obbligatori per l’edilizia (CAM); Il RUP e le indicazioni dei programmi; Il progetto di fattibilità; Il ritorno del c.d. “appalto integrato” ed i presupposti di legittimità; L’affidamento diretto e la sua motivazione; Le modifiche relative a soglie e procedure; I controlli in fase di esecuzione e le modifiche alla disciplina dei subappalti; Le forme di pubblicità e le comunicazioni.

  • Sportello Appalti Imprese: Cagliari 12 luglio 2013

Workshop “Laboratorio sulle offerte tecniche: percorso operativo per sviluppare progetti di qualità nel caso di gare con l’offerta economicamente più vantaggiosa”

Relatore

Avv. Francesco Mascia, esperto di contrattualistica pubblica